Percorrendo viale Milano

120 x 120 cm, olio su tela, 2009

All’interno di uno scenario urbanisticamente sovraffollato, la pace geometrica della rappresentazione grafica di un navigatore satellitare ha lo stesso effetto sedativo e calmante del “languore di un circo prima o dopo lo spettacolo” (“I miei fiumi”, Ungaretti).

Lascia un commento